Temporali e rischio alluvioni: allerta gialla in dieci regioni fino a lunedì

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Giugno 2023 - 08:55
temporali allerta gialla

Foto Ansa

Temporali sempre più frequenti e diffusi sull’Italia che resta in emergenza: così l’allerta gialla per il maltempo riguarda dieci regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Lazio, Molise, Sardegna, Sicilia, Umbria e Toscana. Saranno 3 giorni di forti piogge e temporali, con il rischio di nuovi alluvioni e nuove bombe d’acqua. Dopo l’alluvione scattano intanto i divieti di balneazione in Romagna: nel Ravennate, nel Cesenate e nel Ferrarese.

Il meteo, i temporali e l’allerta gialla

Le previsioni meteo per i prossimi giorni dicono di temporali sempre più frequenti e diffusi al ritmo medio di 3000 fulmini l’ora. L’Italia è bersagliata da saette e rovesci, più diffusi al Centro-Sud, ma anche al Nord-Ovest. Lorenzo Tedici, del sito www.iLMeteo.it, conferma che è colpa dell’Anticiclone delle Azzorre diretto verso l’Europa settentrionale lasciando scoperto il Mediterraneo. Anche l’Anticiclone Africano è il grande assente del periodo. Fino a quando il blocco anticiclonico non si ritirerà verso l’Oceano Atlantico, o finché l’Anticiclone Africano non si espanderà dal Maghreb verso il nostro Paese, avremo temporali.

Le previsioni meteo per i prossimi giorni

“Al momento la previsione dei principali centri di calcolo e del nostro modello meteorologico a lunga scadenza indica l’elevata possibilità di avere l’Anticiclone delle Azzorre nella stessa posizione almeno fino a metà giugno. In sintesi, la previsione che possiamo emettere, ad oggi – spiega iLMeteo.it – è che avremo tempo instabile per altri 15 giorni, con cieli azzurri al mattino e frequenti temporali nel pomeriggio.

Analizzando ulteriori mappe meteorologiche risulta addirittura che anche dal 15 al 30 giugno le temperature potrebbero rimanere sotto la media del periodo, mentre il cielo scaricherebbe frequenti acquazzoni a macchia di leopardo su gran parte dell’Italia. Una previsione che dovrà essere confermata: dopo un maggio tempestoso e fresco, anche giugno potrebbe essere mite e temporalesco”.