Tiziano Panin viola i domiciliari per andare al bar

Pubblicato il 2 Gennaio 2010 19:04 | Ultimo aggiornamento: 2 Gennaio 2010 19:04

Aveva voglia di un caffé e per questo è uscito per pochi minuti diretto a un bar vicino casa. Peccato fosse agli arresti domiciliari e così la “pausa” gli è costata un arresto per evasione.

È stato sicuramente un sabato mattina da dimenticare quello che ha vissuto Tiziano Panin, 47 anni, residente a Castelnovo Bariano, in provincia di Rovigo, che si trovava ai domiciliari con l’accusa di incendio doloso.

Secondo gli investigatori l’uomo sarebbe il responsabile dell’incendio avvenuto il giorno di Natale, di un capannone abbandonato di un’azienda nella vicina Sermide, in provincia di Mantova. Ieri mattina dopo la puntuale visita dei militari del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Castelmassa, diretta dal tenente Simone Toni, ha pensato bene di vestirsi e andare a fare un giro nel centro del paese sperando che nessuno lo vedesse.