Berlusconi: “In piazza per difendere voto e democrazia”

Pubblicato il 9 Marzo 2010 22:15 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2010 22:15

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi pensa alla piazza e raduna i suoi contro i presunti soprusi subiti. «Cari promotori della Libertà, presto vi darò appuntamento per una grande manifestazione nazionale per difendere il nostro diritto al voto e quindi la nostra democrazia e le nostra libertà», dice il presidente del consiglio in un videomessaggio ai Promotori della Libertà.

E attacca: «Come sapete si è cercato di estrometterci dal voto per le regionali in Lombardia, nella città di Roma e nella sua provincia. Vogliono impedire a milioni di persone di votare per il Popolo della Libertà. È un sopruso violento e inaccettabile, che in parte abbiamo respinto. A Milano, sia pure con un ritardo di una settimana, la nostra correttezza è stata pienamente riconosciuta. A Roma, invece, abbiamo subito una duplice ingiustizia».

Il premier punta a una grande manifestazione prima del voto per le Regionali del 28 e 29 marzo. «Parlerò agli italiani e spiegherò come stanno le cose», ha spiegato al vertice tenutosi a palazzo Grazioli con i coordinatori di via dell’Umiltà e gli esponenti del Pdl Lazio.

Alla manifestazione, probabilmente a Roma il prossimo 20 marzo, dovrebbero prendere parte tutti i candidati del centrodestra nelle tredici regioni chiamate al voto.