Boldrini punta su migranti: “Hanno talento, investiamo su loro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Settembre 2015 11:49 | Ultimo aggiornamento: 14 Settembre 2015 11:50
Boldrini punta su migranti: "Hanno talento, investiamo su loro"

Boldrini (LaPresse)

ROMA – “Bisogna investire nella integrazione dei rifugiati, è ciò che ci rimproverano i nostri partner europei. Siamo generosi nel salvataggio in mare, ma carenti nella parte che riguarda l’integrazione, se li accompagnassimo” nell’integrazione “ne trarremmo giovamento, lasciarli al loro destino invece significa disperdere questi talenti”.

Così la presidente della Camera Laura Boldrini, a Uno Mattina, su Rai1, riferendosi alla testimonianza di un rifugiato afghano diventato mediatore culturale in Italia.

Poi punta il dito contro l’Ungheria e sulle politiche di Orban che col suo muro prova a respingere l’ondata di profughi. “I Paesi dell’Europa dell’Est hanno fatto di tutto per essere membri dell’Unione europea, che li ha inglobati in questa grande famiglia. A volte dimostrano di avere la memoria corta, specialmente l’Ungheria. Devo ricordare che nel ’56 più di 250mila ungheresi fuggirono cercando asilo in altri Paesi, circa 30, e oggi purtroppo in Ungheria invece sembra che tutto ciò sia stato facilmente dimenticato”.

La Boldrini ribadisce la sua linea che prevede un’accoglienza incondizionata dei profughi. La presidente lancia un appello anche all’Europa: “I leader europei devono spingere verso una Europa che sia più coesa e unita. Dobbiamo andare avanti oppure il rischio è che l’Europa si disgreghi e che vincano quelle forze che vogliono la disgregazione”.

“La politica europea deve essere piu attenta ai bisogni, più attenta al sociale”, ha detto la Boldrini, riferendosi sempre al problema della immigrazione e all’atteggiamento che dovrebbe assumere l’Ue su questo fenomeno. “I Paesi dell’Europa dell’est fatto tutto per essere membri della Unione europea che li ha inglobati in una grande famiglia. Ma dimostrano di avere la memoria corta, come gli ungheresi. Le leadersheap dei paesi devono fare da traino alla opinione pubblica”, aggiunge. Insomma la Boldrini scorda così i crimini commessi dai proufhi e dai migranti accolti in Italia. Il duplice omicidio per mano di un migrante a Palagonia di fatto non ha messo in discussione le tesi della presidente della Camera. Il suo unico verbo è “accogliere”. Lo dica alla figlia dei coniugi trucidati in provincia di Catania…