Politica Italia

Csm, in Parlamento quinta fumata nera per l’elezione dei membri laici

Quinta fumata nera nell’Aula di Montecitorio per l’elezione di otto membri laici del Csm. Oggi per la prima volta è stato raggiunto il numero legale, ma non la prescritta maggioranza rafforzata dei due terzi dell’Assemblea (572 voti). Sarà dunque necessaria una nuova votazione, con la stessa maggioranza, che si terrà domani alle 12:30. Vittorio Grevi è stato il più votato ottenendo 18 preferenze (dall’Idv). Le schede bianche sono state 559, 38 le nulle, 107 i voti dispersi.

To Top