Debora Serracchiani, la circolare del galateo per i sindaci del Friuli: “Lavatevi, vestitevi bene…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 gennaio 2018 8:59 | Ultimo aggiornamento: 11 gennaio 2018 8:59
serracchiani-vademecum-sindaci

Debora Serracchiani, la circolare del galateo per i sindaci del Friuli: “Lavatevi, vestitevi bene…”

ROMA – Debora Serracchiani prescrive il galateo dei sindaci del Friuli: “Lavatevi, vestitevi bene…”. Tra le iniziative della Regione Friuli Venezia Giulia governato da Debora Serracchiani c’è una circolare di ben 75 pagine inviata a tutti i sindaci della regione che sta suscitando più di qualche clamore social. La circolare si propone come un “vademecum delle buone maniere” che i primi cittadini devono osservare. Una specie di galateo dove sono dispensati consigli e istruzioni di buon comportamento a donne e uomini adulti e si suppone vaccinati.

“Signor Sindaco, come fare quando?”, inizia così il vademecum: poi per 75 pagine si illustra con zelo pedagogico degno di miglior causa – o di destinatari che vadano ancora alle scuole medie – come salutare, come vestirsi, come presentarsi puliti, come stare a tavola…

Qualche esempio. “Signor sindaco, come fare quando” si è invitati a un ricevimento ufficiale? Allora: “Prima di bere ci si pulisce la bocca con il tovagliolo”, “i signori servono il vino prima alle signore”, “dopo aver bevuto ci si asciuga la bocca con il tovagliolo”…

Ai presunti zoticoni alla guida delle amministrazioni comunali, farà poi bene una rinfrescata su come stringere la mano (“la stretta di mano deve essere asciutta e non protrarsi per più di tre secondi”) e conoscere in anticipo qualche sua eventuale tara psicologica (“meglio avere mani curate, con dita curate e non mangiucchiate che denotano insicurezza”).

Quanto al colore dei vestiti e al rebus mattutino degli accostamenti, Serracchiani fuga ogni dubbio: “Gonne al ginocchio o pantaloni per le donne, completo blu, grigio o gessato (mai nero) per gli uomini”. Resta che prima di qualsiasi avventura vestimentaria, vada lustrata per bene l’augusta persona in procinto di uscire di casa verso lo sporco mondo che l’attende: la sezione “Sì a”, cioè va bene, è preferibile, ingiunge di ricorrere a “indumenti puliti e all’utilizzo di acqua, deodoranti e profumi”.