Matteo Salvini triplica i voti della Lega a Roma (9%). Nelle Marche dallo 0 al 17%

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 marzo 2018 14:27 | Ultimo aggiornamento: 5 marzo 2018 14:27
Matteo Salvini triplica i voti della Lega a Roma (9%). Nelle Marche dallo 0 al 17%

Matteo Salvini triplica i voti della Lega a Roma (9%). Nelle Marche dallo 0 al 17%

ROMA – Esulta il il coordinatore regionale della Lega nel Lazio Francesco Zicchieri a poche ore dai risultati delle elezioni: “A Roma siamo andati sopra le aspettative: il lavoro paga e continueremo a stare sui territori. Al momento siamo attestati in media all’8-9% nella Capitale, con punte in alcuni collegi di oltre il 10% di preferenze. Abbiamo più che raddoppiato il risultato ottenuto alle ultime elezioni comunali del 2016 quando la Lega ottenne circa il 3% dei consensi. Su Latina e Frosinone siamo attestati addirittura attorno al 17%”.

Marche, exploit da 6mila del 2013 a 152mila voti. Il Movimento 5 stelle è il primo partito nelle Marche con 316.417 voti (35,6%) alla Camera, in aumento rispetto ai 298.114 suffragi del 2013 (32,13%). Ma è la Lega ad aver avuto il vero exploit rispetto alle precedenti politiche nella regione passando dal 0,69% al 17,4% dei consensi: buon successo del partito di Salvini in particolare a Macerata, dopo l’uccisione della 18enne Pamela Mastropietro e la sparatoria contro migranti africani per le strade della città; ma anche nei paesi terremotati dove la Lega era in prima linea nella vicenda di nonna Peppina, ‘sfrattata’ dalla casetta provvisoria a Fiastra.

Dai 6.405 voti raccolti cinque anni fa, il partito di Salvini ha raggiunto quota 152.608 voti con progresso di 146.203. Invece il Pd crolla dal 27,69 al 21,1% (186.613; -70mila). Il M5s batte le coalizioni: centrodestra al 33% con il balzo di Fratelli d’Italia (dal 2,15% al 4,9%) e centrosinistra al 24,1%. Fi ottiene 87.591 voti (10% rispetto al 17,51% del PdL 2013). Leu si ferma al 2,9% (26.252 voti).