Messina, il sindaco De Luca: ”Ho la leishmaniosi, l’ho presa visitando le baraccopoli”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Novembre 2019 18:33 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2019 18:33
Cateno De Luca, Ansa

Cateno De Luca (foto Ansa)

ROMA – Il sindaco di Messina Cateno De Luca ha detto di aver contratto la leishmaniosi (malattia infettiva della pelle). Il sindaco ha poi spiegato che probabilmente la malattia la ha contratta durante una visita nelle baracche della città.

De Luca ha parlato della malattia in un comunicato di risposta all’esponente del Partito Democratico, Antonello Cracolici, proprio sul tema delle baraccopoli che ancora esistono a Messina.

L’argomento è una deroga legislativa su norme regionali che disciplinano la formazione delle graduatorie degli aventi diritto ad una casa in quanto baraccati. De Luca nel comunicato ha invitato l’esponente dem a “prendere un caffè in quegli insalubri ambienti sotto l’amianto dove io, probabilmente, ho contratto leishmaniosi — infezione che combatto da oltre 4 mesi — in occasione delle mie continue visite e sopralluoghi, dove vivono bambini ed intere generazioni trattate come i lebbrosi dalla politica blasonata”.

“Avevamo chiesto – dice De Luca – al Parlamento siciliano di approvare una norma che consentisse al sindaco di Messina di poter agire più agevolmente rispetto ai casi più disperati esercitando quel ruolo, in verità già in parte disciplinato dalle normative generali, di massima autorità sanitaria locale”.

“Il medico – racconta De Luca – mi ha detto che è probabile che io abbia contratto lì l’infezione, ci andavo spesso quest’estate in pantaloncini. Mi sto curando ma il dermatologo dice che potrebbero volerci anni”.