Primarie a Milano, Penati: “Nessuna resa dei conti interna. La sfida è al centro”

Pubblicato il 15 Novembre 2010 10:22 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2010 11:10

Il presidente della provincia di Milano Filippo Penati

”Se qualcuno vuole tradurre il risultato delle primarie in una lotta per l’egemonia all’interno del centrosinistra, cercando di farlo apparire come un voto contro il Pd, non solo dice una cosa falsa, ma oltretutto indebolisce la possibilità di vittoria contro Letizia Moratti”. Lo afferma, intervistato dal Corriere della Sera, Filippo Penati dopo la vittoria di Giuliano Pisapia contro il candidato del Pd, Stefano Boeri, alle primarie del centrosinistra per la corsa al sindaco di Milano.

”Nessuna resa dei conti”, precisa Penati secondo cui ”senza il Pd non si va da nessuna parte né a Milano né in Italia”. La sfida, infatti, ora ”è al centro”, spiega. ”Il Terzo polo – afferma – apre una competizione in una parte del centrosinistra. Pisapia deve essere consapevole che lì bisogna ingaggiare una competizione vera”.

”Non nego il fatto che ci aspettavamo di più”, ammette infine Penati sulla partecipazione alle primarie. ”Ma anche se è stata al di sotto – aggiunge – le primarie sono state una grande prova di democrazia”.