Sarah Scazzi, scarcerato Michele Misseri

Pubblicato il 30 Maggio 2011 18:28 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2011 18:28

AVETRANA (TARANTO) – Michele Misseri è stato scarcerato il pomeriggio del 30 maggio. L’uomo era stato arrestato nell’ambito dell’inchiesta sull’omicidio di sua nipote, Sarah Scazzi.

Il gip Martino Rosati ha accolto favorevolmente l’istanza presentata dall’avvocato di zio Michele in merito alla scadenza dei termini di custodia cautelare. Non solo: lo stesso gip, nella nuova ordinanza con cui è stata arrestata la moglie Cosima e la figlia Sabrina, ha ridimensionato il ruolo dell’uomo, che a questo punto sarebbe accusato solo di accultamento del cadavere.

Misseri esce dal carcere di Taranto, dove era detenuto dallo scorso 7 ottobre, quando fu arrestato con l’accusa di aver ucciso Sarah. Misseri ha l’obbligo di presentarsi ogni giorno alla caserma dei carabinieri di Avetrana.

Restano invece detenute la moglie e la figlia di Michele Misseri, Cosima Serrano e Sabrina, su cui pende l’accusa di concorso in omicidio di Sarah. Entrambe le donne si sono avvalse della facoltà di non rispondere davanti al gip nell’interrogatorio di garanzia in carcere.