Blitz quotidiano
powered by aruba

Alessandro Carluccio, sito e canale YouTube sequestrati: “Ha diffamato inviati Le Iene”

BRINDISI – Il sito, la pagina Facebook e il canale YouTube di Alessandro Carluccio, reporter di Mesagne, sono state chiuse e sequestrate dalla Procura di Brindisi. Un provvedimento emesso d’urgenza per una grave accusa di diffamazione da parte di Carluccio nei confronti degli inviati di Le Iene, Giovanna Palmieri e Nicolò De Vitis, che lo hanno denunciato.

Il sito del Corriere del Mezzogiorno scrive che tutto ha avuto inizio quando i due inviati de Le iene, Palmieri e De Vitis, hanno sporto denuncia per diffamazione aggravata nei confronti di Carluccio. Il pm di Brindisi Milto Stefano De Nozza, visionato il video pubblicato su YouTube dal titolo “Le Iene Meschine”, in cui il reporter di Mesagne cercava di intervistare Giulio Golia e Davide Parenti:

“Ad avere contenuto diffamatorio, secondo l’accusa, un video dal titolo «Le Iene meschine» pubblicato sul web, in cui nel tentativo di intervistare Giulio Golia e Davide Parenti, avrebbe proferito delle frasi che insinuerebbero il dubbio, o il sospetto, che costoro svolgano la propria attività televisiva in modo non professionale. Secondo il pm «il profilo diffamatorio del contenuto del video è evidente». Di diverso avviso l’avvocato di Carluccio, Davide Di Giuseppe, che ritiene che il proprio assistito non abbia compiuto alcun tipo di reato, limitandosi a realizzare un servizio sulla falsariga di quanto anche la stessa trasmissione televisiva in questione fa abitualmente”.


PER SAPERNE DI PIU'