Blitz quotidiano
powered by aruba

Ragusa. Famiglia non lo capisce, a 15 anni tenta suicidio

Si sentiva incompreso dalla sua famiglia e ha cercato di uccidersi a 15 anni gettandosi da un ponte a Ragusa. Un carabiniere però lo ha visto e salvato

RAGUSA – La sua famiglia non lo capisce e così un ragazzino di 15 anni di Ragusa ha tentato di togliersi la vita. E’ accaduto nel pomeriggio del 27 gennaio, quando il giovane ha cercato di gettarsi dal ponte Vecchio di Ragusa. Un carabiniere libero da servizio però ha notato la scena e ha bloccato il ragazzino che stava per lanciarsi, lo ha aiutato a calmarsi e l’ha soccorso.

Il sito Radio Rtm scrive che il ragazzino, uno studente di 15 anni, era rimasto fortemente turbato da alcune incomprensioni in famiglia, tanto da arrivare a decidere di togliersi la vita. Il ragazzo era in piedi sul ponte e un carabiniere lo ha notato e fermato:

“Subito dopo lo stesso Carabiniere, dopo aver salvato all’ultimo istante il giovane, visto che lo stesso era evidentemente fortemente turbato, è riuscito a calmarlo iniziando una dialogo con lo stesso, cercando di capire quelle che potevano essere le cause che lo avevano portato a tentare l’insano gesto, facendolo in tal tale sfogare, in maniera tale da fargli superare il momento di estremo turbamento che lo aveva portato fino a quel punto.

Nel frattempo il militare provvedeva anche a chiamare i soccorsi e in poco tempo giungeva sul posto un’ambulanza del 118 che prestava le prime cure al ragazzo, che veniva poi trasportato al pronto soccorso, ove è stato riaffidato ai suoi familiari, il cui affetto certamente sarà la miglior cura per fargli superare questa difficile fase della sua adolescenza”.


PER SAPERNE DI PIU'