Blitz quotidiano
powered by aruba

Reggio Emilia, uccide fratello nel sonno, poi tenta suicidio

REGGIO EMILIA – Uccide il fratello nel sonno e poi tenta il suicidio. Arrestato. La vittima, un uomo di 42 anni di origini indiane, è stata trovata morta nel suo letto con un colpo alla testa

I carabinieri sono intervenuti nella notte di lunedì 25 aprile, poco dopo l’una e mezza, in seguito a una segnalazione al 112. Sono arrivati alla casa di Bibbiano, nel comune della Val d’Enz, in provincia di Reggio Emilia, dove era stato segnalato l’omicidio di un cittadino indiano.

Sul posto i militari hanno trovato, nella camera da letto dell’appartamento, il corpo senza vita di un uomo di 42 anni. Nell’abitazione i militari, coordinati da Giulia Stignani, sostituto presso la Procura reggiana intervenuta sul posto, hanno rintracciato anche il presunto autore dell’omicidio, il fratello della vittima che, dopo il delitto, ha cercato di togliersi la vita ingerendo un acido. L’omicida, che non versa in pericolo di vita, si trova ora piantonato in stato di fermo in ospedale.

Secondo i primi accertamenti, condotti dai carabinieri di Bibbiano, la vittima sarebbe stata ammazzata nel sonno dal fratello, che l’ha colpito alla testa con un corpo contundente. Ancora al vaglio il movente dell’omicidio. Sul posto sono intervenuti anche i militari addetti ai rilievi scientifici in forza al Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Reggio Emilia.