Blitz quotidiano
powered by aruba

Treviso, anziane sorelle picchiate in casa: non è stato un furto

TREVISO – Due anziane sorelle di 83 e 85 anni sono state aggredite brutalmente e picchiate nella loro casa vicino alla stazione di Treviso. Uno o due gli aggressori che non hanno avuto alcuna pietà nel prendere a calci e pugni le due anziane nel tardo pomeriggio del 17 ottobre nella loro casa. Nonostante la brutale aggressione, non c’è stato furto e ora i carabinieri danno la caccia ai responsabili.

 

Milvana Citter sul Corriere del Veneto scrive che l’allarme è scattato intorno alle 20,15 con una delle sorelle che è riuscita ad uscire di casa e a chiedere aiuto ai condomini del palazzo di vicolo Marco Polo:

“Un alloggio poco distante dalla stazione ferroviaria, in una palazzina dove nessuno ha sentito nulla. L’allarme è scattato poco dopo le 20.15 perché una delle due sorelle è riuscita a trascinarsi fino alla porta d’ingresso e a chiedere aiuto. In soccorso delle due pensionate sono arrivati i condomini, che hanno chiamato il Suem 118 e i carabinieri”.

Le due anziane sorelle sono state trasportate al pronto soccorso del Ca’ Foncello, dove sono ricoverate con prognosi che vanno dai 40 ai 60 giorni:

“Nel pestaggio hanno riportato varie fratture e traumi facciali, addominali e costali. I malviventi le hanno picchiate violentemente anche al volto. Secondo i carabinieri, che stanno cercando di ricostruire l’accaduto, si tratterebbe di un’aggressione a scopo di rapina anche se pare che dall’appartamento non manchi nulla. I militari hanno, infatti, trovato, in un armadio, varie migliaia di euro in contanti che le due anziane custodivano in casa. E’ caccia ai responsabili”.


PER SAPERNE DI PIU'