Blitz quotidiano
powered by aruba

Canada, sparatoria in una scuola: 4 morti, preso il killer

Ad aprire il fuoco è stato uno studente della locale Community School, che ha sparato contro altri studenti. Il ragazzo è stato poi fermato dalla polizia

OTTAWA – Canada, c’è stata una sparatoria in una scuola a La Loche, nella provincia di Saskatchewan, venerdì pomeriggio (nella notte italiana). Quattro persone sono rimaste uccise, mentre due sono rimaste ferite in modo grave. Decine di studenti, invece, sono rimasti lievemente feriti.

Ad aprire il fuoco è stato uno studente della locale Community School, che ha sparato contro altri studenti. Il ragazzo è stato poi fermato dalla polizia. Gli agenti hanno descritto la scena del crimine come un vero e proprio incubo.

Atroce la ricostruzione di quanto avvenuto: il presunto killer, infatti, prima di avviarsi a scuola per compiere la strage avrebbe infatti ucciso, con la stessa arma, due suoi fratelli i cui corpi senza vita sono stati ritrovati nell’abitazione dell’uomo arrestato.

A fornire il bilancio ufficiale delle vittime della sparatoria è stato il premier del Canada, Justin Trudeau.

La Loche è una fredda e remota cittadina di 3mila abitanti, 600 chilometri a nord di Saskatoon, in punto di riferimento per la locale comunità aborigena. Le autorità hanno fatto scattare l’allerta anche per una vicina scuola elementare, chiusa per precauzione.

L’edificio in cui è avvenuta la sparatoria è quello in cui si trovano le classi liceali, frequentate da studenti dai 13 ai 18 anni. La scuola ha anche un edificio per le elementari e uno per l’asilo: tutti gli edifici sono stati chiusi in lockdown per sicurezza. Durante la sparatoria la polizia aveva chiesto alla popolazione di non avvicinarsi alla zona. In tutto ospita circa 900 studenti in due edifici.


PER SAPERNE DI PIU'