Blitz quotidiano
powered by aruba

Siria, jet militari russi schierati in Iran per bombardare Isis

MOSCA – La Russia ha schierato alcuni aerei militari in Iran, nell’aerodromo Hamadan, per colpire il cosiddetto Isis in Siria: lo ha reso noto il ministero della Difesa di Mosca, secondo cui bombardieri russi Tu-22M3 e Su-34 oggi, martedì 16 agosto, hanno condotto dei raid in Siria dopo essere decollati proprio da Hamadan.

“I bombardieri a lungo raggio Tupolev-22M3 e i bombardieri a corto raggio Sukhoi-34 sono decollati dall’aerodromo di Hamadan in Iran con l’armamento pieno per condurre un bombardamento massiccio contro le strutture dei gruppi terroristici ‘Stato islamico’ e ‘Jabhat al-Nusra‘ nelle province di Aleppo, Deir ez-Zor e Idlib”, fa sapere il ministero della Difesa russo. I caccia multiruolo Sukhoi-30Sm e i caccia Sukhoi-35 hanno fornito loro protezione decollando dalla base di Hmeimim, in Siria.

Sempre dal ministero fanno sapere che bombardieri russi Tu-22M3 e Su-34 hanno distrutto cinque depositi di armi, tre posti di comando e diversi campi d’addestramento dei “terroristi” a Serakab, Al-Bab, Aleppo e Deir ez-Zor. Negli attacchi sarebbero stati uccisi “un gran numero” di miliziani. Secondo il ministero, “i depositi di armi e munizioni, i campi d’addestramento e i posti di comando distrutti erano usati per rifornire i miliziani che operano nella zona di Aleppo”.

Il ministero ha anche denunciato sette violazioni della tregua in Siria nelle ultime 24 ore nelle province di Damasco (sei) e Latakia (una). Secondo Mosca, “formazioni del gruppo Jaysh al-Islam, che si definisce d’opposizione, hanno sparato colpi di mortaio sui centri abitati di Arbil, Harasta, Haush al-Shalaq, Jaubar, Jisrein e Duma nella provincia di Damasco”, mentre i miliziani di Ahrar ash-Sham hanno attaccato la cittadina di Ara, nella provincia di Latakia.

 

 

 


TAG: , , ,