Blitz quotidiano
powered by aruba

Fnsi: “La Lega dimentica i giornalisti de La Padania”

MILANO – Matteo Salvini lancia la sua nuova “Padania”: si chiamerà “il Populista” e vuole essere un sito di informazione-approfondimento che verrà lanciato online giovedì 5 maggio. Ma la Fnsi (Federazione nazionale della stampa) e l’Associazione Lombarda dei Giornalisti criticano l’idea di lasciare in cassa integrazione i 19 giornalisti de “La Padania” per impiegare altri collaboratori per il nuovo giornale online.

In un comunicato sulla nuova avventura editoriale del partito della Lega Nord, Associazione Lombarda dei Giornalisti e Federazione nazionale della stampa italiana fanno sapere di considerare molto grave che il partito della Lega Nord intraprenda una nuova avventura editoriale senza tenere minimamente conto degli impegni assunti con i giornalisti de “la Padania” che da dicembre del 2014 sono in cassa integrazione a zero ore per la chiusura del giornale.

L’accordo sindacale che venne firmato nella sede di via Bellerio a Milano, ricordano Fnsi e Associazione Lombarda dei Giornalisti, prevedeva l’impegno a prendere in considerazione i giornalisti dell’organo di partito per qualsiasi esigenza di natura comunicativa comunque collegata al partito stesso. Questo impegno, come pure gli altri impegni finalizzati a una ricollocazione lavorativa dei 19 giornalisti della redazione, non è stato rispettato. Associazione Lombarda dei Giornalisti e Federazione nazionale della stampa italiana hanno richiesto un incontro urgente all’Azienda che ci si augura voglia rimediare rapidamente alle inadempienze.