Alessandro Camilli

Frutta e verdura 800 grammi al giorno. La dieta verde dà i numeri

Frutta e verdura 800 grammi al giorno. La dieta verde dà i numeri

ROMA – Frutta e verdura fanno bene, non ci piove. Al punto che da tempo il consiglio alimentare-sanitario è quello delle cinque porzioni al giorno di frutta e/o verdura (meglio se di colori alternati). Cinque volte al giorno ogni giorno non è poco e non è semplice. Non è roba da vegetariani o fruttariani, un comune onnivoro può riuscirci, però con tanta costanza e tanta fatica. Insomma cinque al giorno per stare bene è un traguardo, un obiettivo, un dover essere (pardon mangiare). Insomma cinque volte al giorno frutta e verdura ci può stare, se uno ci riesce. Anche se riuscirci…

Ma all’Imperial College di Londra hanno di fresco cambiato i numeri, hanno raddoppiato la cifra delle porzioni giornaliere di frutta e verdura: da cinque a dieci. Ovviamente dopo attento studio, ripreso e pubblicizzato da Bbc e Times, dall’Imperial College hanno comunicato al mondo che se vuoi stare sano e campare a lungo devi mangiare frutta e verdura dieci volte al giorno. E siccome sono gente precisa, hanno precisato che ognuna delle dieci porzioni al giorno fa ottanta grammi.

Poi all’Imperial College devono aver spento la luce e si sono dimenticati il libretto degli appunti a mano, quello dove si fanno i conti minimi, magari quelli della vita reale. Mediamente un umano è in stato di veglia per 16 ore al giorno. Delle quali a occhio cinque/sei impegnate in diciamo socialità di vario tipo in cui è improbabile anche nutrirsi. Ne restano una decina di ore. Per dieci porzioni di frutta e/o verdura. Una all’ora. Praticamente un ruminante.

Non solo, 80 grammi per dieci fa ottocento grammi. Ottocento grammi al giorno di frutta e verdura! Difficilmente un umano nel corso della giornata, anche onnivoro e di buon appetito mangia in tutto più di ottocento grammi di cibo qualsivoglia. Se ottocento grammi devono essere solo di frutta e verdura non solo resta pochissimo spazio per gli altri cibi, ma la “prescrizione” dell’Imperial College appare quantitativamente tarata per altra specie animale oltre quella umana: pony, pecora, capretta?

Forte è la sensazione che si siano lassù a Londra lasciati prendere la mano. Dall’abitudine sempre più in voga (complice il sistema di comunicazione di massa che spara e manda in orbita) a ricerche pensose sull’acqua calda. E dalla voglia di stupire. Così, per non farsi dare del “braccino corto”, al College hanno raddoppiato la dose di dieta verde per tenere lontani cancro e patologie cardiache: non cinque ma dieci volte al giorno. Mangiate un chilo o quasi di frutta e verdura al giorno! Come ognun vede, danno i numeri.

To Top