Politica Italia

Legge elettorale, Mattarella: “Urgente approvarla”. La Camera: in aula dal 29 maggio

Legge elettorale, Mattarella a Boldrini e Grasso. "Urgente approvarla"

Legge elettorale, Mattarella a Boldrini e Grasso. “Urgente approvarla” (Foto Ansa)

ROMA – Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, chiede a Camera e Senato di approvare presto la nuova legge elettorale. E la Camera decide: esaminerà la riforma nell’ultima settimana di maggio, a partire da giorno 29. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo di Montecitorio.

L’appello del capo dello Stato era stato lanciato durante un incontro al Palazzo del Quirinale con il presidente del Senato, Pietro Grasso, e la presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini. 

Mattarella ha sottolineato l’esigenza che il Parlamento provveda sollecitamente al compimento di due importanti adempimenti istituzionali: la nuova normativa elettorale per il Senato e per la Camera e l‘elezione di un giudice della Corte Costituzionale. 

San raffaele

Il presidente della Repubblica ha chiesto ai presidenti di Senato e Camera di rappresentare ai rispettivi gruppi parlamentari l’urgenza che rivestono entrambe le questioni per il funzionamento del nostro sistema istituzionale, e ha chiesto a Grasso e Boldrini che il Parlamento provveda sollecitamente a eleggere  il giudice della Corte Costituzionale che deve essere ancora rimpiazzato.

L’invito del capo dello Stato è stato accolto dal capogruppo del Pd alla Camera, Ettore Rosato, che ha invitato a calendarizzare le questioni legge elettorale e giudice della Corte Costituzionale: “Ha ragione il presidente della Repubblica sulle due priorità, non so per la politica ma certo per il Pd. Sin da oggi ci preoccuperemo in conferenza di capigruppo di calendarizzare entrambe le questioni, sulle quali peraltro la presidente Boldrini è sempre stata sensibile e attiva”.

To Top