Politica Mondo

Trump, nuova stretta sugli immigrati: poteri alle autorità e arresti più facili

Trump, nuova stretta sugli immigrati: poteri alle autorità e arresti più facili

WASHINGTON – Più poteri alle autorità federali per detenere e deportare gli immigrati. John Kelly, segretario alla Sicurezza nazionale, prepara la battaglia contro gli immigrati illegali e punta a rafforzare la polizia per svolgere al meglio il proprio compito. Con delle linee guida, Kelly indica la strada da seguire: assumere migliaia di agenti, accelerare le udienze per le deportazioni e chiedere alle autorità locali aiuto per arresti più facili. Lo riporta il Washington Post, citando alcune bozze circolate al Dipartimento per la Sicurezza nazionale.

Le linee guida sostituiscono quasi tutte le misure dell’amministrazione Obama, incluse quelle per concentrare le deportazioni solo sui criminali e su coloro con legami con il terrorismo.

“L’aumento dell’immigrazione al confine meridionale ha creato una significativa debolezza per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti”, afferma Kelly nei documenti, che non includono misure per attivare la Guardia Nazionale.

Le nuove procedure consentono alle autorità di accelerare le deportazioni, attualmente limitate agli immigrati senza documenti nel paese da due settimane o meno, estendendole a chi è nel paese da due anni.

Kelly punta anche a limitare gli arrivi di minori non accompagnati dal Messico e dall’America centrale: i genitori negli Stati Uniti potranno essere perseguiti legalmente se venisse accertato che hanno pagato per far attraversare il confine ai figli.

Il nuovo testo dovrebbe assicurare che nessuno in transito resti “bloccato” nel sistema, consentendo l’ingresso in America a chi ha la carta verde.

 

To Top