Blitz quotidiano
powered by aruba

Tina Cipollari da giovane FOTO e poi a Uomini e donne

ROMA – Tina Cipollari, storica e popolare opinionista di Uomini e donne, è molto cambiata col passare degli anni. All’inizio, nel 1996, Uomini e donne era un talk che affrontava temi sociali che opponevano il mondo maschile a quello femminile. Oggi, dopo quasi vent’anni, Uomini e Donne, è diventato lo show del pomeriggio più seguito dal pubblico italiano.

Qui il video di quando Tina Cipollari si presentò come corteggiatrice a Uomini e donne.

Com’era «Uomini e Donne» quando è arrivata lei? «Sono stata corteggiatrice del primo tronista in assoluto, Roberto. C’erano poche persone, non si usciva dallo studio, ognuna di noi portava delle piccole esibizioni. Poi sono diventata tronista e ricordo ancora quando un corteggiatore mi portò del pane perché faceva il panettiere (ride). Insomma, erano tempi molto diversi».

Poi diventò opinionista. «Sì, quando venne introdotta la figura dell’opinionista il programma ha preso con il tempo molto più sapore. L’arrivo delle esterne, più corteggiatori per tronista, l’arrivo del doppio e poi triplo trono, tutte queste cose hanno messo ancora più pepe».

La vera rivoluzione è arrivata poi con l’arrivo del Trono Over. «Quanto mi piace! Va detto che c’è molta più confusione perché con loro si è introdotto un regolamento per cui le conoscenze possono essere approfondite anche in privato e senza telecamere. È un grande calderone con più argomenti e diciamocelo…ha anche dei personaggi più interessanti».

Immagine 1 di 5
  • tina-cipollari (5)
Immagine 1 di 5

La divertono meno i giovani? «Mi diverto quando le passioni dei ragazzi sono autentiche, quando non cercano solo visibilità, quando ci sono dei personaggi simpatici che mi prendono a pelle».

Quali ricordi indelebili ha di questi anni? «Ricordo il primo periodo, in cui esordivo in televisione come una single disperata, ingenuotta e piuttosto sprovveduta. Credevo davvero di poter trovare un fidanzato, anche se alla fine non è andata proprio così. Ricordo con affetto il mio primo trono con Claudia Montanarini, eravamo tutti molto emozionati, so che si sentiva anche da casa».

Di recente invece? «Mi sono appassionata tanto alla storia di Fabio Colloricchio, uno degli ultimi tronisti, un ragazzo argentino per cui ho trovato una simpatia e un’intesa fortissima e prima ancora di Jonàs Berami, l’attore de “Il segreto”. È con lui che sono partite le mie imitazioni, dalla ballerina di flamenco in poi, non ci siamo più fermati: è arrivata anche la Bertè, Ivana Spagna…mi diverto tanto e anche il pubblico».

Farà degli «omaggi» ai personaggi famosi anche quest’anno? «Certamente…stiamo pensando cosa fare proprio in questi giorni». Quanto è importante Maria De Filippi per questo programma? «È il cuore della trasmissione senza mai mettersi al centro dell’attenzione. Me ne accorgo durante il trono degli Over. Ha sempre sotto controllo la situazione e riesce a far ragionare tutti, anche le persone più testarde».

Com’è cambiata la sua vita? «Dal punto di vista sentimentale tantissimo, visto che ho tre figli meravigliosi avuti con un uomo che ho conosciuto in trasmissione anche se all’inizio corteggiava un’altra (ride). Con Kikò siamo ancora felicissimi».

Dal punto di vista umano e professionale? «È cambiato tutto, ma non sono cambiata io. Ho notato che in questi ultimi anni l’affetto del pubblico nei miei confronti è addirittura aumentato. A volte mi chiedo: ma dopo tutti questi anni la gente non si è ancora stufata di me?».

Ma lei è troppo simpatica. «Ma sono anche fumantina, mi arrabbio davvero. Forse hanno capito che dietro ogni mio sfogo, c’è sempre un velo di ironia. A volte chiedo a Maria di uscire dallo studio: devo sbollire, sono fin troppo istintiva. Forse per questa spontaneità mi apprezzano. Quando i ragazzi mi fermano per strada e mi trattano come se fossi Angelina Jolie, cerco di far capire loro che non sono una star».

Cosa si augura per questa nuova stagione di Uomini e Donne? «Come sempre combatterò contro le falsità e contro quei tronisti e i corteggiatori che illudono le persone. Mi auguro di vedere grandi storie d’amore, promesse di matrimonio, storie costruite sulle roccia e non sulla sabbia».

Immagina la sua vita senza «Uomini e Donne»? «Ho fatto le mie esperienze fuori dal programma, ma solo qui mi sento a casa. Io sono nata e cresciuta dentro quello studio e il programma è cresciuto con me. Quando signore con tanti problemi mi dicono che sono sempre riuscita a strappare loro una risata anche nei momenti più difficili, per me è l’unica cosa che conta».

 


PER SAPERNE DI PIU'