Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Colonia: ecco cosa ha fatto il petardo a una ragazza

Jenny, una delle ragazze aggredite a Colonia, ha fatto vedere in tv cosa le ha fatto un petardo esploso sotto i suoi vestiti.

COLONIA – Un petardo sotto i vestiti: Jenny, una delle ragazze aggredite a Colonia nella notte di Capodanno, ha parlato della sua vicenda davanti alle televisioni. E ha mostrato le ferite provocate dall’esplosione del petardo sulla spalla.

“Ho sentito un rumore nel cappuccio del mio cappotto – ha raccontato davanti alle telecamere, mostrando le ferite riportate – Ho cercato di tirare fuori il petardo che mi avevano infilato dentro, ma è caduto all’interno della giacca e ha preso fuoco”. A quel punto il contatto della miccia del petardo con il tessuto della giacca le ha causato delle lesioni gravi. “Le cicatrici sono permanenti”, aggiunge mostrando le ferite.

“Sono fortunata – ha concluso la ragazza – che non sia esploso”.

Intanto è stato reso noto un rapporto choc della Polizia: il caos e il clima di violenza della notte di S.Silvestro, a Colonia, dove tante donne sono state aggredite, avrebbero potuto “anche provocare dei morti”. Nel dossier, pubblicato dalla Bild, si descrivono fra l’altro gli attacchi con bottiglie molotov e oggetti contundenti contro la polizia, da parte di persone di origine straniera, e viene registrata l’ “impossibilità” di identificare gli aggressori delle violenze denunciate da donne in lacrime a fatti ormai avvenuti.

In tutto sono 121 le denunce di aggressione dopo l’assalto alle donne a Colonia nella notte di San Silvestro, mentre il bilancio dei sospettati sale a 16. Lo ha detto la polizia della città renana. I principali sospettati non sono ancora stati identificati per nome, ma sarebbero chiaramente riconoscibili attraverso immagini video. Due terzi delle denunce riguardano anche molestie sessuali, in due casi si tratta di stupro. Per vittime e testimoni oculari gli aggressori erano per lo più di origine nordafricana e araba.

Ci sono anche le voci provocatorie di alcuni migranti, nel rapporto della polizia di Colonia sulla notte di violenza durante i festeggiamenti di San Silvestro, quando molte donne sono state molestate e aggredite. Nel dossier pubblicato in esclusiva da Bild si legge ad esempio che un uomo ha detto: “Sono siriano, dovete trattarmi bene, mi ha invitato Frau Merkel“. Un altro straniero, stracciato il permesso di soggiorno “con un ghigno”, viene citato dalla polizia così: “Non puoi farmi niente, Ne prendo un altro domani”.

E Angela Merkel non esclude la possibilità di espulsioni più veloci per gli stranieri che compiono reati. Lo ha detto nella conferenza stampa dopo l’incontro con il primo ministro rumeno Dacian Ciolos, commentando i fatti di Colonia. Per la cancelliera è necessario trarre estese conseguenze da quanto accaduto: ad esempio valutare se finora sia stato fatto abbastanza per le espulsioni di stranieri macchiatisi di reati. “Bisogna dare segnali chiari”, ha concluso.

Immagine 1 di 5
  • Colonia, immigrati dopo Capodanno: "Non potete cacciarci..."Colonia, immigrati dopo Capodanno: "Non potete cacciarci..." (foto Ansa)
  • YOUTUBE Colonia: ecco cosa ha fatto il petardo a una ragazza
  • Colonia, sindaca a donne: un braccio di distanza dai maschi
  • La stazione centrale di Colonia
  • Colonia, donne molestate: "Palpeggiate 100 volte in 200 metri"
Immagine 1 di 5





PER SAPERNE DI PIU'