blitztv

YOUTUBE Luigi Di Maio lancia campagna elettorale su Facebook: “Sarà un rally. Traguardo governo”

Luigi-Di-Maio

Luigi Di Maio (Foto Ansa)

ROMA – Il candidato premier del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, lancia la campagna elettorale in vista del voto di primavera: “Sarà un rally in tutta Italia. Il nostro traguardo è il governo”, ha scritto in un post su Facebook il giovane deputato campano.

“Mancano poco meno di 100 giorni, in questo tempo dovremo dare il massimo e vi assicuro che io non mi risparmierò. (…) Penso che sia mio dovere incontrare il maggior numero di persone, ascoltare le loro esigenze e proporre le nostre soluzioni. So bene che in molti casi ci avvicineremo a persone che hanno una posizione critica nei nostri confronti; voglio parlare soprattutto con loro e confrontarmi. Perché vi assicuro che, chi conosce il MoVimento 5 Stelle da vicino, poi cambia prospettiva e inizia a guardarci in maniera diversa. (…) Sono sicuro che non sarà un semplice tour, sarà un rally! (…) E ho bisogno di tutto il vostro sostegno come attivisti, simpatizzanti ed elettori del MoVimento 5 Stelle. 
Voi sarete i protagonisti come sempre, ognuno con il suo gruppo. Insieme a me ci sarà anche Alessandro Di Battista in pole position, assieme ai nostri portavoce di tutta Italia. Siamo una squadra formidabile!”, scrive Di Maio nel suo post. 

Quindi l’attacco agli altri competitors: “Tutti gli altri ci attaccheranno, ci definiranno poco di buono, che siamo eversivi e un pericolo per questo Paese! IGNORATELI, IGNORATELI perché sono indietro, perché fanno promesse dopo aver governato per vent’anni senza realizzarle”.

Di Maio ha anche lanciato una raccolta fondi rivolta ai cittadini: “Vi ricordo che il MoVimento 5 Stelle ha rifiutato 42 milioni di finanziamenti pubblici e ha restituito milioni di euro derivanti dal taglio degli stipendi da parlamentari. Noi pensiamo che la politica la finanziano liberamente i cittadini, quindi dacci una mano”, conclude il leader M5s su Facebook. Il video è stato rilanciato dall’Agenzia Vista di Alexander Jakhnagiev.

To Top