Borgarello (Pavia): strangola la colf cubana di 26 anni, poi va in campagna e si toglie la vita

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 maggio 2019 18:55 | Ultimo aggiornamento: 26 maggio 2019 19:43
borgarello pavia carabinieri

Borgarello (Pavia): strangola la colf cubana di 26 anni, poi va in campagna e si toglie la vita (foto Ansa)

PAVIA – Prima ha ucciso la colf che viveva con lui in una villetta bifamiliare di Borgarello (Pavia), della quale era affittuario: Mileidy Verdial Canales, 26 anni, cubana, è stata strangolata.

Poi Enrico Lanati, 48 anni, imprenditore nel settore dell’edilizia, originario di San Donato Milanese (Milano), si è allontanato dalla casa in sella al suo scooter, ha raggiunto una zona in aperta campagna e si è tolto la vita sparandosi con una pistola.

Un omicidio-suicidio che ha sconvolto un piccolo paese a pochi chilometri da Pavia, sul quale indagano ora i Carabinieri che stanno cercando di capire se tra i due esistesse una relazione o se il loro fosse soltanto un rapporto tra datore di lavoro e dipendente.

5 x 1000

A chiedere l’intervento dei militari, nel pomeriggio di oggi, domenica 26 maggio, è stato un parente della 26enne cubana. Chiamandola al telefono e non ricevendo risposta, si è preoccupato. Così ha raggiunto la villetta di Borgarello (Pavia) dove la donna viveva svolgendo la sua professione di colf. Una porta-finestra sul retro era aperta: l’uomo è entrato e ha visto la sua parente riversa a terra, ormai priva di vita, sul pavimento della camera da letto. Sul posto sono subito arrivati i carabinieri: da un primo accertamento medico-legale è stato chiaro che la 26enne cubana era stata strangolata, anche se erano presenti segni anche all’altezza della testa che possono far pensare a una possibile colluttazione.

L’attenzione degli investigatori si è subito concentrata sul datore di lavoro della donna. Poco dopo le 16 il corpo dell’uomo è stato trovato in campagna. Dalle prime testimonianze raccolte dai carabinieri, sembra che l’imprenditore utilizzasse la villetta anche per ospitare a volte dei collaboratori della sua ditta. Spesso in casa venivano organizzate feste, con musica ad alto volume: l’ultima si è svolta la sera di ieri, sabato 25 maggio. Dopo la festa, nella villetta sono rimasti soltanto Enrico Lanati e Mileidy Verdial Canales. Tra i due c’è stata probabilmente una violenta discussione al termine della quale l’uomo ha prima ucciso la sua colf e poi si è tolto la vita.

Fonte: Ansa