Centocelle, Roma: Baraka Bistrot in fiamme, 2 giorni dopo La Pecora Elettrica. 4 locali in pochi mesi…

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 9 Novembre 2019 10:08 | Ultimo aggiornamento: 9 Novembre 2019 16:18
Centocelle, Roma: Baraka Bistrot in fiamme, 2 giorni dopo La Pecora Elettrica. 4 locali andati a fuoco in pochi mesi...

La libreria La Pecora Elettrica dopo il rogo a Centocelle (foto Ansa)

ROMA – C’è un problema a Centocelle, quartiere del quadrante Est di Roma. Un altro locale, il Baraka Bistrot, è andato a fuoco a pochi giorni dall’incendio (doloso) de La Pecora Elettrica. E anche questo incendio non è stato casuale. E con questo sono 4 esercizi in cenere negli ultimi mesi. Resta un dubbio: si tratta di racket o quei locali danno fastidio a chi spaccia? Di certo sembra perdere quota l’ipotesi che si tratti di un attacco ai luoghi dell’antifascismo militante. Più probabile, al momento, l’ipotesi che questi esercizi commerciali intralciassero in qualche modo altro tipo di commerci illegali.

Ad andare a fuoco questa volta è stato il Baraka Bistrot in via dei Ciclamini. Dai primi accertamenti l’atto sembra proprio doloso: la serranda è stata divelta e ci sono tracce di liquido infiammabile. Sul posto polizia e carabinieri. Con questo sono quattro i locali andati a fuoco nel quartiere di Centocelle in pochi mesi.

Distrutti dalle fiamme gli arredi interni del pub. Evacuata a scopo precauzionale la palazzina in cui si trova il locale. L’incendio divampato intorno alle 4.30, è stato domato dai vigili del fuoco e non ha creato danni strutturali all’edificio. Nessuno è rimasto ferito o intossicato. Sulla vicenda indagano i carabinieri della compagnia Casilina e della stazione Centocelle. Nei giorni scorsi sulla pagina Facebook del locale erano stati pubblicati post di solidarietà alla libreria antifascista “La Pecora Elettrica” distrutta per la seconda volta in pochi mesi da un rogo, alla vigilia della riapertura.

La solidarietà dei politici al Baraka Bistrot.

“Il Baraka Bistrot di Centocelle un’ora fa ha pubblicato queste foto sulla sua pagina Facebook. Riporta l’ora in cui sono state scattate: 4.19. Il Baraka Bistrot si trova in via dei Ciclamini, una perpendicolare di via delle Palme, il navigatore dice: un minuto a piedi tra una strada e l’altra. Il Baraka Bistrot aveva riaperto da poco, dopo la pausa estiva e rinnovato. Per due volte sulla sua pagina, scorrendola, si legge ‘solidarietà agli amici compagni de La Pecora Elettrica’, messaggi che seguono gli attentati alla libreria dei loro vicini. A occhio, abbiamo un problema grande così”. Così su Facebook Marta Bonafoni, consigliere regionale del Lazio, capogruppo della Lista Zingaretti.

“Stanotte anche Baraka Bistrot è stato distrutto dal fuoco doloso degli infami e dei vigliacchi. È un attacco che non può vedere la comunità di Centocelle sola. I criminali che vogliono decidere le sorti del territorio vanno sconfitti, insieme. Nessuno deve restare indietro e ognuno, a partire dalle istituzioni, deve fare la sua parte con coraggio”. Lo scrive su Facebook Gianluca Peciola, Movimento Civico per Roma. (Fonti Ansa e Agi).