Cronaca Italia

Chiara Insidioso Monda, il compagno che l’ha pestata: “Dillo che sei caduta!”

Via Costanzi, dove è avvenuto il pestaggio (Google maps)

Via Costanzi, dove è avvenuto il pestaggio (Google maps)

ROMA – Quando ha chiamato i soccorsi, dopo aver passato ore a prendere a calci e pugni la propria compagna, Maurizio Falcioni continuava a ripetere a quella ragazza ormai in coma: “Dillo che sei caduta, dillo che non ti ho picchiata”.

Chiara Insidioso Monda è l’ultimo nome di una lunga lista di donne massacrate dal proprio compagno, dal proprio “amore”. Diciannove anni, è in coma, ridotta così male che il padre spera quasi non sopravviva. I medici gli hanno spiegato che sarebbe un miracolo se sopravvivesse, e anche se ci riuscisse vivrebbe come un vegetale.

Chiara è stata massacrata a calci e pugni dall’uomo con cui viveva, un manovale di 35 anni con precedenti: Maurizio Falcioni. Gelosia, probabilmente, dietro un pomeriggio di violenza. La coppia conviveva a Casal Bernocchi, periferia di Roma.

La violenza intorno alle 19 di lunedì. I vicini hanno sentito le urla, poi il silenzio. Quando Falcioni ha chiamato i soccorsi, spaventato forse dal fatto che Chiara aveva perso conoscenza, ha anche chiesto aiuto ai condomini del suo palazzo, giustificando quel lago di sangue come una caduta accidentale dentro casa.

La ragazza aveva la mandibola e un’orbita fratturate, la milza spappolata e un vasto ematoma nel cervello. I medici parlano di «ferite devastanti come quelle che vediamo nei casi di incidenti automobilistici molto gravi».

To Top