Claudio Scajola in carcere non risponde al magistrato

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 Maggio 2014 17:43 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2014 20:06
Claudio Scajola in carcere non risponde al magistrato

Claudio Scajola (Foto Lapresse)

ROMA – Interrogatorio di garanzia nel carcere romano di Regina Coeli per Claudio Scajola, ma l’ex ministro non risponde. Scajola è stato arrestato giovedì 8 maggio con l’accusa di aver favorito la latitanza dell’ex deputato di Forza Italia Amedeo Matacena, condannato in via definitiva a 5 anni per concorso esterno in associazione mafiosa per i suoi rapporti con la cosca di ‘ndrangheta dei Rosmini di Reggio Calabria. 

“Voleva rispondere ma gli abbiamo consigliato di non farlo: vogliamo prima parlare con lui e studiare le carte”,

ha spiegato l’avvocato Giorgio Perroni.

“Abbiamo concordato un appuntamento con il pm per mercoledì o giovedì prossimi, vogliamo parlare con lui e studiare bene le carte. I contatti di Scajola con la moglie di Matacena sono un dato oggettivo, ma senza vedere le carte e aver parlato con il nostro assistito è impossibile fare delle valutazioni”.

INDAGINI – Intanto le indagini proseguono. Gli investigatori hanno perquisito la casa, gli uffici e altri locali a disposizione di Scajola, portando via documenti, computer, lettere, fax. Secondo l’accusa l’ex ministro si sarebbe adoperato per preparare lo spostamento di Matacena in Libano, col tramite di Vincenzo Speziali, quarantenne calabrese che avrebbe sposato la nipote di Amin Gemayel, capo dei falangisti libanesi ed ex presidente, anche se Gemayel smentisce il legame di parentela. In Libano Matacena avrebbe potuto contare sull’asilo politico, che invece non ha a Dubai, dove è stato già individuato. Ma le autorità degli Emirati Arabi Uniti, che in un primo momento lo avevano fermato su indicazione della polizia italiana, lo hanno rilasciato senza concedere l’estradizione all’Italia. A Matacena è stato però sottratto il passaporto. L’ipotesi libanese, quindi, secondo l’accusa, sarebbe dovuta essere l’ultima tappa della sua latitanza.