Contraffazione: sequestrati a Roma 130mila giocattoli cinesi

Pubblicato il 14 Luglio 2011 17:59 | Ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2011 17:59

ROMA, 14 LUG – Maxioperazione anti-contraffazione dei Vigili Urbani del Gruppo Sicurezza Sociale e Urbana della Capitale che hanno sequestrato 130mila giocattoli cinesi.

Gli agenti della polizia municipale, diretti dal Comandante Carlo Buttarelli, dopo indagini protrattesi per alcuni mesi, hanno individuato nel quartiere Tor Sapienza quattro capannoni, gestiti da cinesi, colmi di giocattoli e prodotti per l'infanzia: oltre 130.000 pezzi tutti con marchio Ce contraffatto, quindi sprovvisti delle necessarie attestazioni di qualita', pronti ad essere immessi sul mercato.

Articoli per l'infanzia di ogni tipo: dagli occhialini da vista, da sole e da piscina alle automobiline elettriche, dai braccialetti per il galleggiamento in acqua alle girandole, dalle pistole ad acqua o con colpi a salve alle bambole, adesivi, matite, pennarelli e colori, tutto materiale pericoloso per i bambini, soprattutto per i piu' piccoli, che sarebbe stato venduto attraverso i regolari canali commerciali ed abusivamente su aree pubbliche per un valore complessivo stimato di oltre due milioni di euro.

Dalle indagini e' emerso che la merce sequestrata e' stata fatta arrivare in Italia, dalla Cina, all'interno di container su navi approdate nei principali porti della penisola e poi dirottata a Roma con dei Tir.