Coronavirus, buoni spesa congelati a L’Aquila dopo ricorso al Tar. “3mila cittadini in attesa”

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Aprile 2020 14:39 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2020 14:39
Coronavirus, buoni spesa congelati a L'Aquila dopo ricorso al Tar. "3mila cittadini in attesa"

Coronavirus, buoni spesa congelati a L’Aquila dopo ricorso al Tar. “3mila cittadini in attesa” (Foto Ansa)

L’AQUILA – Buoni spesa bloccati a L’Aquila dopo il ricorso presentato al Tar contro la delibera del Comune che fissa i criteri per l’assegnazione dei ticket per l’emergenza coronavirus. Lo denunciano il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore alle Politiche Sociali Francesco Cristiano Bignotti.

“Oltre tremila aquilani – spiegano – dovranno attendere di ricevere i buoni spesa perché ci sono persone che anziché richiederli nel comune di residenza li hanno richiesti a quello dell’Aquila”. Il ricorso “ha avuto l’effetto di sospendere inevitabilmente la consegna dei tagliandi”.

“Gli uffici avevano predisposto tutto e in tempi coerenti con la complessità delle procedure – aggiungono Biondi e Bignotti – procedendo ad accuratissime verifiche su tutte le 1800 domande che erano pervenute”.

“Tanto è vero che la distribuzione dei primi 100 tagliandi è già avvenuta. Una volta avuta conoscenza della decisione del giudice del Tar il processo di consegna dei coupon è stato congelato”.

“Ci dispiace davvero per le famiglie – proseguono –  che attendevano con una ragionevole ansia e una legittima aspettativa questi benefici”.

“Come amministratori riteniamo di aver agito nel giusto, applicando disposizioni attuate in tantissimi altri comuni italiani, anche a guida del centrosinistra. Attendiamo con serenità l’esito del provvedimento che sarà adottato dal tribunale”. (Fonte: Agi)