Coronavirus, a Firenze uomo fermato soffia in faccia ad un agente: denunciato

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Marzo 2020 8:19 | Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2020 8:19
Coronavirus, a Firenze uomo fermato soffia in faccia ad un agente: denunciato

Coronavirus, a Firenze uomo fermato soffia in faccia ad un agente: denunciato (Foto archivio Ansa)

FIRENZE – Un uomo a Firenze è stato denunciato per aver soffiato a distanza ravvicinata in faccia ad un agente della polizia municipale che lo aveva fermato mentre andava in auto a fare la spesa insieme alla moglie durante un controllo anti coronavirus. 

Mentre la coppia stava scendendo in auto nel parcheggio interrato di un supermercato, l’agente li ha fermati e ha fatto notare loro che era possibile andare a fare la spesa solo una persona alla volta per famiglia. Alla richiesta dei documenti l’uomo avrebbe soffiato sul volto di uno degli agenti. 

Sempre a Firenze è stato denunciato anche un giovane di 23 anni che stava rientrando a casa a Novoli dopo essere stato a casa di un amico. Denunciati anche tre giovani alla fermata bus di via XXVII Aprile ché non rispettavano la distanza interpersonale.

Coronavirus, i controlli e i denunciati in Italia

Nel complesso dall’11 marzo, giorno dell’entrata in vigore della stretta sugli spostamenti, sono state 86mila le persone denunciate su 1 milione e 800mila controllate. Gli esercizi commerciali monitorati sono 910mila: 2.119 i titolari denunciati.

Sabato 21 marzo, indicano i dati del Viminale, le denunce hanno toccato il picco massimo di 11mila, così come anche i controlli (208mila). Mentre si moltiplicano gli appelli – e talvolta le minacce vere e proprie di sindaci e amministratori locali – a rispettare le prescrizioni per arrivare ad un efficace distanziamento sociale, un manipolo di irriducibili della passeggiata continua dunque ogni giorno a violare la legge nelle città deserte. (Fonte: Ansa)