Coronavirus. Guarita la famiglia di Fiumicino, primo caso nel Lazio: “Trattati da untori”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Marzo 2020 13:00 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2020 13:00
Coronavirus. Guarita la famiglia di Fiumicino, primo caso nel Lazio: "Trattati da untori"

Coronavirus. Guarita la famiglia di Fiumicino, fu ricoverata allo Spallanzani (foto Ansa)

ROMA – “La Asl Roma 3 mi ha comunicato che tutti i componenti della prima famiglia contagiata a Fiumicino risultano guariti. E’ una notizia che ci conforta”, ha dichiarato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato.

La donna insieme al marito e ai due figli, il più piccolo dei quali non è mai stato contagiato, fu ricoverata presso l’Istituto Spallanzani ad inizio marzo. Tre settimane per uscire dall’incubo, ma il ritorno nell’abitazione di Isola Sacra a Fiumicino non è stato così entusiasmante. Sono stati trattati male dai vicini, trattati da untori, tanto che la famiglia medita di andarsene via di qui. E’ Il Messaggero a riferire il disagio della famiglia, seguito a una gogna social piena di accuse e insulti che ha convinto la madre, cameriera 38enne, a chiudere il suo profilo e i consiglieri comunali di Fiumicino a eliminare dai gruppi della comunità cittadina i più facinorosi . 

“Abbiamo usato tutte le precauzioni del caso – avrebbe detto la famiglia ad alcuni vicini – ma purtroppo il coronavirus ci ha travolti. Siamo comunque stati attenti a non contagiare e a contenere le possibilità di esporre altri al rischio. Ma evidentemente questo non è bastato. Ci sono state persone che nonostante il nostro buon senso e la buona fede ci hanno accusato di essere untori”. 

La donna era stata a metà febbraio un paio di giorni ad Alzano Lombardo per assistere il padre