Costa Concordia, ossa ritrovate sono di animali: continua ricerca dispersi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 settembre 2013 13:09 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2013 13:09
Costa Concordia, ossa ritrovate sono di animali: continua ricerca dispersi

(Foto LaPresse)

ISOLA DEL GIGLIO – Le ossa ritrovate nella Concordia di Costa Crociere sono di animali. Le prime analisi sui resti ritrovati il 26 settembre escludono che si tratti dei due dispersi, Russel Rebello e Maria Grazia Trecarichi. Le ricerche dei dispersi dunque continuano, dopo il ritrovamento dei quattro frammenti di ossa

Le indiscrezioni sulle ossa arrivano da Adnkronos, spiega Laura Montanari su Repubblica, che ricostruisce:

“Ieri erano state avvertite del ritrovamento le famiglie di Maria Grazia Trecarichi e di Russel Rebello chiamate dalla Protezione civile. “Pensiamo di aver conseguito un piccolo risultato che è solo finalizzato a restituire un corpo o parti di un corpo a quelle due famiglie” aveva detto ieri ai microfoni di Sky Franco Gabrielli. E prima aveva specificato che doveva essere il dna a dare un responso: “Abbiamo rinvenuto dei resti che potrebbero essere riferibili alle persone che stiamo cercando. Abbiamo avvisato il procuratore della repubblica e i familiari. Si tratta di parti, dovremo aspettare le analisi per capire l’effettiva natura, ma la posizione e le prime impressioni ci fanno ritenere che possano essere i resti delle persone che stiamo accertando”.

La mattina del 27 settembre i sub impegnati nella ricerca dei dispersi sono tornati all’azione nella Concordia.