Enzo Ferrari, volevano rapire la sua salma per chiedere il riscatto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 marzo 2017 10:16 | Ultimo aggiornamento: 28 marzo 2017 10:16
Enzo Ferrari, volevano rapire la sua salma per chiedere il riscatto

Enzo Ferrari, volevano rapire la sua salma per chiedere il riscatto (foto Ansa)

NUORO – Volevano “rapire” la salma di Enzo Ferrari e chiederne il riscatto. I carabinieri del Comando provinciale di Nuoro hanno sgominato una banda criminale dedita al traffico di droga e armi fra la Sardegna ed il nord Italia (Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Toscana). Gli inquirenti hanno accertato che la banda progettava anche il furto a scopo di estorsione della salma del costruttore automobilistico. In totale sono stati eseguiti 34 ordini di custodia cautelare assieme a numerose perquisizioni disposte dal gip di Cagliari su richiesta della Direzione distrettuale antimafia.

All’opera 300 militari supportati da unità cinofile, elicotteri, uomini del Reggimento paracadutisti Tuscania e dello Squadrone eliportato Cacciatori di Sardegna. L’associazione a delinquere sarebbe radicata ad Orgosolo (Nuoro) ed avrebbe compiuto reati anche nel nord Italia. Il sodalizio era dedito anche a reati contro il patrimonio.

Aggiunge Nicola Pinna su La Stampa:

L’intenzione era quella di assaltare la sua tomba e portare via i resti del grande imprenditore. Con un’intenzione molto semplice: chiedere il riscatto alla famiglia e fare così il colpo grosso. Il colpo comunque non è riuscito, anche perché i carabinieri erano già sulle tracce della banda, che aveva base a Orgosolo e ramificazioni nel Nord Italia.

L’assalto alla salma di Enzo Ferrari, secondo i progetti della banda, doveva servire per finanziare le principali attività dell’organizzazione, ma quando si è capito che il rischio era troppo alto e che probabilmente il colpo sarebbe fallito gli strateghi della banda hanno preferito rinunciare.