Cronaca Italia

Fabrizio Corona urla in aula: “Ma che domande sono?”. Poi si scusa: “Sono stanco…”

fabrizio-corona

Fabrizio Corona (foto Ansa)

MILANO – “Ma che domanda è? Me le faccia a me le domande!”. Fabrizio Corona, in aula, mentre ascolta la deposizione di un suo amico, Alessandro Dolci, se la prende col pm.

In prima battuta, l’ex agente fotografico, mentre il pm poneva domande al teste, presunto intestatario fittizio della casa di via De Cristoforis sequestrata a Corona assieme agli ormai noti 2,6 milioni di euro in contanti, è esploso dicendo: “Ma lui non è un tecnico?”. E poi: “Ma che domande fa? Le faccia a me!”.

Il pm Dolci ha ribattuto rivolgendosi ai giudici: “È inaccettabile, non si può rivolgere così al pm, chiedo che venga allontanato”. Il presidente del collegio Gaetana Rispoli è intervenuta per chiedere cortesemente a Corona di “evitare questo atteggiamento, mai visto in quest’aula”, senza però espellere l’ex fotografo dei vip.

Poi c’è stato il ripensamento e le scuse di Corona: “Sono stanco, ho 44 anni, non ho più voglia di fare le guerre, non cerco più la ribalta mediatica, io oggi non ho una vita perché l’ho sprecata tutta a lavorare”.

To Top