Genova. Ladri rubano urna funeraria. Alessandro Terreni: “Ridatemi mio padre”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 settembre 2014 23:11 | Ultimo aggiornamento: 2 settembre 2014 23:11
Genova. Ladri rubano urna funeraria. Alessandro Terreni: "Ridatemi mio padre"

Foto Ansa

GENOVA – Un furto in casa e i ladri che portano via l’urna con i resti del padre. Questo l’incubo di Alessandro Terreni, 30 anni e originario di Genova, che ha lanciato un appello ai ladri: “Restituitemi le ceneri di mio padre, vi prego”.

Tutto inizia quando Terreni subisce un furto nella sua casa sulle alture di Molassana. I ladri hanno rubato l’urna con le spoglie del padre, probabilmente per errore, e il giovane ha lanciato un appello tramite l’Ansa:

“Sono sicuro che si è trattato di un errore, che quel contenitore è stato preso perché si pensava potesse contenere dei gioielli. Dentro, invece, ci sono le ceneri di mio padre…per questo chiedo che mi venga ridata”.

L’uomo, che lavora come elettricista, non vuole altro indietro:

“I ladri si possono tenere pure tutto quello che hanno preso, anche il contenitore dell’urna, però mi restituiscano le ceneri, lo facciano soprattutto per mia madre che è sotto choc”.

La mamma di Alessandro aveva scelto di tenere le ceneri nella sua camera da letto:

“In questo modo lo sentiva vicino. Ora è disperata”.

Terrreni nell’appello ha chiesto ai ladri di non disperdere quelle ceneri, ma se fosse già stato fatto di sapere almeno dove è avvenuto:

“Ripeto, chiedo solo di riavere indietro mio padre”.

Nel disperato tentativo di avere notizie sulle ceneri di suo padre Alessandro ha messo a disposizione il suo indirizzo di posta elettronica: aleterrea@hotmail.it.