Gino Pasqualotto, è morto il mito dell’hockey italiano. Aveva 63 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Giugno 2019 8:24 | Ultimo aggiornamento: 20 Giugno 2019 8:26
Gino Paqualotto, è morto il mito dell'hockey italiano. Aveva 63 anni (foto d'archivio Ansa)

Gino Paqualotto, è morto il mito dell’hockey italiano. Aveva 63 anni (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Gino Pasqualotto, mito dell’hockey italiano, bandiera storica dell’hockey bolzanino degli ultimi 60 anni, è morto all’alba di oggi, giovedì 20 giugno, all’ospedale di Bolzano all’età di 63 anni.

Pasqualotto è stato il giocatore di hockey più conosciuto in Italia tra gli anni ’70 e i primi anni ’90, giocatore del popolo, modello per i giovani di allora, portato al palazzo del ghiaccio dal padre Danilo, il suo primo tifoso. Con la maglia dell’Hockey Club Bolzano, la sua seconda pelle, ha vinto ben dieci scudetti, il primo a 17 anni dopo aver esordito in prima squadra a soli 15 anni. Indossava la casacca numero 33, la “mitica maglia 33”, ritirata ufficialmente dalla società bolzanina nel febbraio scorso nel corso di una toccante cerimonia alla quale ha preso parte anche Gino. Pasqualotto con la Nazionale azzurra ha disputato Olimpiadi e Mondiali e ha sfidato l’Armata Rossa in Coppa Campioni. Gino era amico fraterno di un altro giocatore italiano importante, più giovane di lui, Lucio ‘Falco’ Topatigh di Asiago. 

Fonte: Agi.

5 x 1000