Insulti razzisti ad un bambino da un genitore durante una partita di calcio

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 ottobre 2018 10:00 | Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2018 0:43
Insulti razzisti ad un bambino da un genitore durante una partita di calcio

Insulti razzisti ad un bambino da un genitore durante una partita di calcio (Foto Ansa)

CARRARA – Insulti razzisti ad un bambino durante una partita di calcio. Insulti partiti da un genitore. E’ accaduto durante un torneo giovanile di calcio a Nazzano durante la manifestazione “Estate nazzanese”, evento pensato per far avvicinare bambini e ragazzi alla stagione agonistica divertendosi in compagnia.

Qui, in questa situazione apparentemente di tranquillità, un genitore di un ragazzo della Tarros Sarzanese mentre si giocava la partita della categoria Giovanissimi (13-14 anni) tra i liguri e i piccoli padroni di casa dell’Oratorio Nazzano ha insultato un bambino di origine straniera, informa la Nazionale. 

L’uomo, fuori di sé, avrebbe insultato il baby calciatore con frasi a sfondo razziale, ma non solo. Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni a La Nazione il genitore si sarebbe anche scagliato contro la recinzione del campo da calcio, prendendola a calci e offendendo il ragazzino. Alla fine l’arbitro ha multato la società. La Tarros Sarzanese è stata multata di 250 euro.

“Un sostenitore della Tarros Sarzanese dalla tribuna rivolgeva ripetutamente frasi razziste ad un giocatore avversario – si legge nel comunicato ufficiale – La sanzione è stata determinata in funzione della ridotta dimensione e reale percezione del fenomeno isolato”.