Legge 104, Claudia Sortino: no multa alla prof in permesso che ballava il tango

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 luglio 2015 14:51 | Ultimo aggiornamento: 8 luglio 2015 14:51
Legge 104, Claudia Sortino: no multa alla prof in permesso che ballava il tango

Legge 104, Claudia Sortino: no multa alla prof in permesso che ballava il tango

PALERMO – Claudia Sortino, la prof siciliana accusata di usufruire dei permessi della Legge 104 per andare a ballare il tango, non sarà multata. Per il gip di Palermo infatti l’assenza da scuola della supplente di matematica sarebbe costata “solo 400 euro” allo Stato italiano. Troppo poco per considerarla una truffa, dal momento che per legge il danno erariale si configura per cifre superiori ai 4 mila euro.

E poco importa se la donna sfruttava sistematicamente i 3 giorni al mese previsti dalla 104, la normativa nata 22 anni fa per permettere ai lavoratori di curarsi o assistere parenti che abbiano handicap o problemi di salute certificati. Li agganciava ai weekend e invece di assistere il padre, invalido totale, andava in tournèe europea di tango.

I poliziotti l’hanno pizzicata all’aeroporto di Palermo, di ritorno da un balletto ad Amsterdam: era stata lei stessa a pubblicare su YouTube un video della sua esibizione. La prof si giustificò sostenendo di essersi recata in Olanda per una terapia a cui il padre doveva sottoporsi. Solo che con lei non c’era il familiare disabile, ma il compagno ballerino. La polizia l’ha denunciata per truffa aggravata ma il giudice ha derubricato le accuse.