Maltempo, crollo temperature: meno 20 gradi in Valtellina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 maggio 2018 14:57 | Ultimo aggiornamento: 2 maggio 2018 14:57
Maltempo, crollo temperature: meno 20 gradi in Valtellina

Maltempo, crollo temperature: meno 20 gradi in Valtellina

ROMA – Dai 30-32 gradi dei giorni scorsi ai 12 di oggi. Crollo delle temperature e maltempo in Valtellina e Valchiavenna con pioggia battente sul fondovalle e nevicate in quota. Dopo un periodo dal clima decisamente estivo, anche nella provincia più a nord della Lombardia è tornato l’autunno.

Rischio nubifragi da domani in Sardegna, con venti di Maestrale fino a 100 km/h, e maltempo diffuso in tutta Italia: secondo le previsioni del Centro Epson Meteo-Meteo.it il vortice di bassa pressione che accompagna la perturbazione numero 1 di maggio insisterà sull’Italia fino a sabato. “Ci attendono quindi – spiegano – molte piogge, venti a tratti burrascosi anche sulla Sicilia e sullo Ionio e mari agitati. Le giornate più ventose saranno quelle di oggi e domani, poi gradualmente da sabato i venti tenderanno ad attenuarsi”.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

La regione in assoluto più colpita dalle piogge, con rischio nubifragi e forti temporali anche insistenti, sarà la Sardegna, “dove sono quindi attese giornate ad elevata criticità idro-geologica, con accumuli fino a 200 litri su metro quadrato”. Caleranno anche le temperature, che quasi dappertutto torneranno su valori normali per il periodo, con la fine quindi del caldo fuori stagione che ha caratterizzato la scorsa settimana. Addirittura nel Nord Italia – concludono i meteorologi di Epson Meteo – oggi e domani le temperature faranno registrare valori per lo più sotto la media stagionale”.

Domenica la situazione sarà molto simile ma con precipitazioni meno probabili al Nordest e sulla Sicilia. La prossima settimana inizierà all’insegna di un timido miglioramento, con tempo ancora instabile e con fenomeni possibili nelle ore più calde della giornata a partire dai rilievi.