Maltempo resta al centro-sud: scuole chiuse a Pescara e in Campania, danni in Sicilia

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 ottobre 2018 10:07 | Ultimo aggiornamento: 22 ottobre 2018 12:13
Maltempo resta al centro-sud: scuole chiuse a Pescara e in Campania, danni in Sicilia

Maltempo resta al centro-sud: scuole chiuse a Pescara e in Campania, danni in Sicilia (Nella foto Ansa, Roma allagata)

ROMA – Il maltempo che ha fatto danni in quasi tutta Italia domenica 21 ottobre in alcune zone del Paese non accenna a placarsi. A Palermo nella notte sono caduti a causa del vento diversi alberi e ci sono stati allagamenti in numerose zone della città. La zone più colpite sono via dell’Olimpo, Favorita, via Bonanno a Montepellegrino. In via Falconara numerosi alberi si sono abbattuti sulla strada anche su auto. Allagamenti si sono registrati in via Messina Marine e Ugo la Malfa. Interventi dei pompieri per danni dal maltempo anche a Ficarazzi e a Campofelice di Roccella.

Il brusco calo della temperatura ha portato la prima neve sulla stazione sciistica di Campitello Matese, frazione di San Massimo. L’arrivo del maltempo, anticipato domenica dalla Protezione civile del Molise che ha diramato un’allerta arancione, è stato confermato nelle ultime ore. In nottata a Campobasso si è registrata una minima di 6 gradi. Maltempo anche sul resto della regione con pioggia e vento

In Abruzzo, a Pescara, oggi, lunedì 22 ottobre, le scuole restano chiuse a causa delle piogge e del previsto peggioramento meteo. L’ordinanza è del sindaco Marco Alessandrini per evitare situazioni di potenziale pericolo. In città si registrano allagamenti nella zona dei Colli e di via Anelli. Il sottopasso di via Raiale è chiuso perché impraticabile. 

Allerta gialla in Sicilia, dove il maltempo continua a imperversare. La provincia di Enna conta i danni dopo il violento nubifragio che domenica sera si è abbattuto in Piazza Armerina, con strade trasformate in torrenti e fango e detriti che sfigurato la città dei mosaici e travolto numerose auto, alcune delle quali sono rimaste bloccate nei sottopassi. Decine le frane. Crollato il muro di una casa e le tre persone all’interno sono state salvate dai vigili del fuoco. Evacuate cinque famiglie.

Diverse auto sono state travolte. In fiamme un capannone e alcuni mezzi a causa di un incendio provocato da un fulmine. Resta alta l’attenzione. E oggi, lunedì 22 ottobre, le scuole sono rimaste chiuse su decisione dell’amministrazione comunale. Nella notte un violento nubifragio si è abbattuto anche su Palermo, con alberi caduti in varie zone della città 

E’ stata una notte di maltempo anche in tutta la Campania, con piogge abbondanti anche a carattere di temporale e vento, ma nessuna particolare criticità. L’allerta arancione aveva indotto i molti Comuni di tutte le cinque province a chiudere le scuole.

A Capri una vera e propria bomba d’acqua si è abbattuta sull’isola lunedì mattina. La stazione meteo dell’Aeronautica Militare che ha sede ad Anacapri ha rilevato, infatti, la caduta di oltre 100 mm in meno di cinque ore. Si tratta di uno degli episodi di precipitazioni più violenti sull’isola degli ultimi anni, secondo solo a quello del 20 ottobre 2015. 

Il maltempo si sta trasferendo al sud, anche se un abbassamento delle temperature è in corso ovunque. Da mercoledì la situazione meteo dovrebbe migliorare ovunque.