Mantova: in coma da tre mesi, partorisce una bimba

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 giugno 2018 11:54 | Ultimo aggiornamento: 15 giugno 2018 11:55
Mantova: in coma da tre mesi, partorisce una bimba

Mantova: in coma da tre mesi, partorisce una bimba

ROMA – Una donna in coma da tre mesi ha dato alla luce una bambina. Lo riporta questa mattina la Gazzetta di Mantova. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] È successo ieri all’ospedale Carlo Poma di Mantova. La neonata, venuta alla luce dopo 8 mesi, sta bene. Il parto è stato seguito da un’equipe di 30 persone tra medici, infermieri e tecnici guidata dal ginecologo Giampaolo Grisolia.

La mamma, una 33enne di Mantova, era stata colpita da un improvviso arresto cardio-circolatorio tre mesi fa e ricoverata nell’ospedale di Pieve di Coriano, nel Mantovano. Subito dopo, aveva avuto un ictus con conseguenti danni di natura neurologica. Da quel momento vive in uno stato di coma leggero che le impedisce, però, di parlare e di rendersi conto di quanto le accade attorno. A fine maggio, approssimandosi la data del parto, era stata trasferita all’ospedale di Mantova. Attualmente si trova ricoverata nel reparto di terapia intensiva cardiologica.

E ieri mattina alle 11.30 c’è stato l’attesissimo primo vagito. Alla complessa operazione hanno partecipato 30 professionisti tra medici, infermieri e tecnici. Fuori dalla sala operatoria c’erano il padre e la nonna della neonata. Durante l’intervento la donna, sottoposta ad anestesia spinale, ha più volte aperto gli occhi senza però parlare. Timidi segnali, che non danno la certezza che possa aver preso coscienza di essere diventata mamma. «E’ improbabile – filtra dall’ospedale – visto che non comunica ed è ancora difficile prevedere quali saranno gli esiti della sua patologia di base». (Roberto BoGazzetta di Mantova)