Marco Cogoni, calciatore morto a 19 anni. Si era salvato dalla Costa Concordia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 gennaio 2019 14:55 | Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2019 14:55
Marco Cogoni, calciatore morto a 19 anni. Si era salvato dalla Costa Concordia

Marco Cogoni, calciatore morto a 19 anni. Si era salvato dalla Costa Concordia

CAGLIARI – Marco Cogoni, calciatore morto a 19 anni in un incidente. Si era salvato dal naufragio della Costa Concordia. Era cugino del piccolo Luca Pusceddu, morto su un campo di calcio qualche anno fa mentre faceva una rovesciata. Il giovane calciatore viaggiava nella Ford Fiesta guidata dallo zio e finita in cunetta all’uscita di una curva a Quartu, in Sardegna.

Il giovane era molto conosciuto anche per le sue militanze calcistiche nelle giovanili Cagliari e nel Muravera, juniores e in Eccellenza. Il giovane, stando alle prime ricostruzioni, era nell’auto guidata da un parente quando, per cause ancora da accertare, sono finiti fuori strada. Per il 19enne non c’è stato nulla da fare, mentre il conducente, sotto choc, non ha riportato ferite.

L’incidente è avvenuto domenica 20 gennaio, verso le 14,30. Marco, (che ha vissuto anche a Solanas), viaggiava con lo zio sulla Ford Fiesta. All’uscita di una curva l’auto sarebbe volata in cunetta. A dare l’allarme, immediato, sono stati alcuni automobilisti. Il ragazzo è morto sull’ambulanza del 118: i soccorritori hanno fatto il possibile per salvargli la vita. Ma è stato tutto inutile.