Nozze gay all’estero, prefetto di Milano annulla trascrizioni di Pisapia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 febbraio 2015 16:27 | Ultimo aggiornamento: 19 febbraio 2015 16:28
Nozze gay all'estero, prefetto di Milano annulla trascrizioni di Pisapia

Nozze gay all’estero, prefetto di Milano annulla trascrizioni di Pisapia

MILANO –  Dopo Roma, Milano: anche qui il prefetto ha cancellato le trascrizioni dei tredici matrimoni di coppie gay contratti all’estero e registrati dal sindaco Giuliano Pisapia. La notizia è arrivata agli interessati con una lettera.

A fine ottobre scorso il prefetto di Milano, Francesco Paolo Tronca, aveva chiesto al sindaco di annullare le trascrizioni delle nozze omosessuali, ma Pisapia si era rifiutato. Lo scorso 4 novembre il prefetto aveva adottato il “provvedimento di annullamento” di trascrizione delle nozze. Tronca, nel provvedimento, aveva ordinato al sindaco, in qualità di ufficiale di stato civile, di provvedere “senza ritardo” a tutti gli adempimenti.

Il commissario ad acta nominato dal prefetto si è recato nei giorni scorsi in Comune a cancellarle. “Un atto dovuto”, lo definiscono fonti della prefettura.