Paderno Dugnano (Mi), uccide in clinica la moglie malata e si spara

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 gennaio 2014 14:36 | Ultimo aggiornamento: 3 gennaio 2014 10:22
Paderno Dugnano (Mi), uccide in clinica la moglie malata e si spara

Paderno Dugnano (Mi), uccide in clinica la moglie malata e si spara

MILANO – Soffriva troppo a vederla malata, costretta in quel letto d’ospedale. Per questo, la mattina del 2 gennaio, ha preso la pistola ed è andato nella clinica dove sua moglie era ricoverata, si è chiuso nella sua stanza, ha estratto l’arma e ha fatto fuoco. Subito dopo si è sparato.

Questa la tragedia umana di un ex gioielliere in pensione che ha ucciso la moglie malata, nella clinica dove era ricoverata, a Paderno Dugnano, in provincia di Milano. L’arma usata era da lui regolarmente detenuta.

Da tempo avvilito per le gravi condizioni della moglie, a cui era molto legato, intorno alle 11.30 è andato a farle visita nella residenza sanitaria per anziani dove si trovava da due mesi per un’ischemia cerebrale.

Ma una volta nella stanza della donna, il marito ha estratto la pistola, una 38 special che deteneva regolarmente dai tempi in cui faceva il gioielliere, e le ha sparato due colpi al petto. Poi ha rivolto l’arma verso se stesso, facendo fuoco una terza volta, alla tempia.