Riccione: prof 45 anni manda messaggi espliciti a studentessa 15enne…fidanzata del figlio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 gennaio 2018 17:56 | Ultimo aggiornamento: 26 gennaio 2018 17:56
Riccione: un prof 45enne mandava messaggi espliciti a una ragazzina di 15 anni fidanzata col figlio

Riccione: prof 45 anni manda messaggi espliciti a studentessa 15enne…fidanzata del figlio (foto d’archivio Ansa)

RICCIONE – Sarebbero due i file audio con esplicite richieste di atti sessuali inviati dal professore 45enne di Riccione indagato dalla Procura di Rimini per violenza su minore ad una studentessa 15enne. La ragazza è la fidanzatina del figlio maggiorenne del docente.

Intanto il professore è rimasto regolarmente in servizio. Il docente infatti non risulta sospeso dall’incarico. Prosegue l’indagine della squadra mobile, nata dalla segnalazione del preside dell’istituto superiore, che aveva raccolto a sua volta quella di alcune mamme.

Non ci sarebbe inoltre nessuna denuncia da parte dei genitori della ragazzina che avrebbe subito ammesso di avere una relazione consenziente col prof. E’ stata lei a girare i file ad alcune amiche e da queste sarebbero finite sui cellulari di altri ragazzi della scuola. La polizia sta raccogliendone le deposizioni. Sono stati inoltre sequestrati pc e cellulare dell’uomo per vanno accertate le circostanze della relazione e verificare le ammissioni della 15enne.

“Il tuo amore me lo devi dimostrare. Puoi farmi vedere quello che sai fare, ma senza farlo sapere. Basta che non ci vedano”. Erano più o meno questi i contenuti dei messaggi vocali e non solo inviati da un professore a una studentessa 15enne di un istituto superiore di Riccione. Ci sarebbero state poi richieste esplicite di atti sessuali, che l’uomo 45enne avrebbe registrato con voce roca e sospirante, per poi inviarle alla studentessa con la quale aveva da tempo una relazione sentimentale, come confermato dalla stessa ragazzina.

“Basta che non ci scopra nessuno” era l’unica avvertenza del professore, sul cui comportamento la Procura della Repubblica di Rimini ha aperto un fascicolo d’indagine per violenza sessuale su minorenne. I messaggi, poi inviati ad altre studentesse, sono finiti quindi nelle mani di alcune mamme e del preside dell’istituto che ha segnalato la vicenda alla polizia. Dai file audio si riconoscerebbe la voce del docente e quindi anche la destinataria dei messaggi. Gli agenti della Questura di Rimini hanno così identificato i due e la ragazza ha ammesso di avere una relazione sentimentale, anzi di essere innamorata del prof, da tempo.Sarebbe stata lei stessa, nell’ingenuità dei 15 anni, a divulgare il contenuto dei messaggi audio ad altri compagni di scuola e alle amiche più strette.