“Salvini appeso”, scritta contro il ministro nel centro storico di Torino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 novembre 2018 11:59 | Ultimo aggiornamento: 27 novembre 2018 12:00
"Salvini appeso", scritta contro il ministro nel centro storico di Torino

“Salvini e Toninelli assassini” FOTO ANSA

TORINO – “Salvini appeso” è la scritta comparsa a Torino sulla facciata di un edificio in via Accademia Albertina, nel centro storico della città. Lo scorso settembre in Piazzale Valdo Fusi, a pochi isolati di distanza, era stato realizzato un disegno raffigurante il vicepremier legato a testa in giù.

Non è la prima volta che sulle mura delle città (e del capoluogo piemontese) spuntano messaggi offensivi o minacciosi nei confronti degli esponenti del governo. A inizio settembre, ancora a Torino, in via Cottolengo, è comparsa la scritta contro il ministro dell’Interno e quello delle Infrastrutture e dei Trasporti: “Salvini e Toninelli assassini”.

Intanto Salvini è tornato a parlare di migrandi. “Buono viaggio agli amici delle ong che possono andare dove vogliono ma in Italia non arriveranno”, ha detto il ministro dell’Interno parlando, a margine della cerimonia dell’inaugurazione dell’Anno accademico della Scuola di perfezionamento per le forze di polizia, del ritorno delle navi umanitarie nel Mediterraneo.

Il ministro ha sottolineato che “quando tornano in mare navi che, consapevolmente o inconsapevolmente aiutano i trafficanti di esseri umani, questi tornano a fare il loro lavoro”. Salvini ha quindi aggiunto che “i dati dicono che l’anno scorso erano sbarcati 117 mila migranti ed oggi siamo fermi a 23 mila”.