Sciopero generale dei trasporti il 1 marzo

Pubblicato il 17 Febbraio 2012 11:07 | Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio 2012 11:29

ROMA – Il prossimo 1 marzo sara' complicato viaggiare in Italia e spostarsi nelle citta': i sindacati dei trasporti di Cgil Cisl e Uil infatti hanno confermato oggi lo sciopero generale di 4 ore per tutti i settori del trasporto: aereo, ferroviario, marittimo, bus e metro, viabilita', merci e porti. Lo hanno deciso gli esecutivi dei tre sindacati.

Il trasporto aereo si fermera' dalle 10 alle 14, quello ferroviario dalle 14 alle 18. Per il trasporto pubblico locale si decidera' citta' per citta'. Per Milano lo sciopero di bus e metro e' stato fissato dalle 8.45 alle 12.45 mentre per Roma lo stop varra' dalle 8.30 alle 12.30. Il trasporto extraurbano si fermera' per 4 ore evitando pero' la fascia 14-18 perche' e' quella che interessa il trasporto ferroviario.

''I sindacati confermano lo sciopero – spiega il segretario generale della Filt Cgil, Franco Nasso – per chiedere al Governo un intervento sulla politica dei trasporti in grado di governare il sistema''. Inoltre, ha spiegato, sono scaduti diversi contratti del comparto ( quello della mobilita' e' scaduto da tre anni). ''Siamo preoccupati – ha detto il leader Uilt, Luigi Simeone – che i trasporti non siano nell'agenda politica del Governo. Noi crediamo che lo sviluppo sia legato al trasporto e alle infrastrutture e invece c'e' un divario che si allarga da nord a sud''.

Il numero uno della Fit Cisl, Giovanni Luciano, ribadisce la richiesta di incontro da parte dei sindacati al Governo sul settore dei trasporti. ''Confermiamo lo sciopero perche' non ci sono segnali dal Governo – ha detto – per affrontare il problema''.