Tifoso Inter morto fuori dallo stadio, investito durante scontri con tifosi del Napoli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 dicembre 2018 10:11 | Ultimo aggiornamento: 27 dicembre 2018 12:01
Tifoso Inter morto fuori dallo stadio, investito da furgone dei tifosi del Napoli

Tifoso Inter morto fuori dallo stadio, investito da furgone dei tifosi del Napoli

MILANO – E’ morto il tifoso interista investito durante gli scontri prima di Inter-Napoli. L’uomo, Daniele  Belardinelli, 35 anni, è deceduto a causa delle ferite riportate dopo essere stato investito da un’auto. Un suv oppure un furgone di tifosi napoletani, domenica sera, prima della partita Inter-Napoli a San Siro. Originario di Varese, 35 anni, Belardinelli aveva ricevuto in passato almeno un Daspo di cinque anni.

Un episodio che aveva già un grave bilancio, con quattro tifosi napoletani accoltellati durante gli scontri. L’uomo morto era stato ricoverato all’ospedale San Carlo in gravi condizioni. Tra gli altri feriti è grave un 43enne accoltellato all’addome e portato al Sacco.

La rissa è avvenuta in via Sant’Elena, zona via Novara, circa un’ora prima della partita. E la prima ipotesi è che si sia trattato di un agguato degli ultrà interisti agli avversari napoletani. Dalle prime ricostruzioni sembra che l’investimento sarebbe avvenuto alla fine degli scontri, intorno alle 19.30.

Erano “oltre 100” gli ultras interisti, ma tra loro vi erano anche supporter del Varese e del Nizza, che prima dell’incontro Inter-Napoli hanno preso d’assalto pulmini con a bordo tifosi partenopei. Lo ha spiegato il questore di Milano Marcello Cardona parlando di “gravissimi incidenti”. Due i tifosi dell’Inter sono stati arrestati. “Chiederò al comitato per l’ordine pubblico il blocco delle trasferte dei tifosi dell’Inter per tutta la stagione, e la chiusura della curva dell’Inter a San Siro fino al 31 marzo 2019″, ha concluso il questore.