Torino, baby-gang al femminile aggredisce cicliste: una denunciata

Pubblicato il 12 Aprile 2011 18:00 | Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2011 19:29

TORINO – Un raid in piena regola nel centro di Torino, protagonista una baby gang, tutta di ragazze. Sette minorenni sono state identificate e una di loro, un’italiana di 17 anni, è stata denunciata in stato di libertà per l’aggressione ai danni di una coppia di cicliste. Le altre sei, invece, non sono state riconosciute dalle vittime, due studentesse di Varese e di Torino che, comunque, hanno riportato escoriazioni e contusioni leggere.

La polizia sta quindi portando avanti le indagini per ricostruire chi facesse parte della banda che lunedì pomeriggio ha provocato momenti di tensione nella centralissima piazza Castello. Secondo le testimonianze delle due vittime e del loro soccorritore, un minorenne congolese, la baby-gang era composta da una decina di ragazzine scatenate.

L’aggressione è avvenuta poco dopo le 16 in piazza Castello angolo via Po. Secondo quanto è stato ricostruito, le due universitarie avrebbero sfiorato il gruppo di ragazzine in bicicletta e queste ultime in risposta le avrebbero accerchiate per vendicarsi di quella che ritenevano una provocazione. La torinese è riuscita a divincolarsi, mentre la varesina è stata malmenata. In suo aiuto è intervenuto un giovanissimo congolese fino all’arrivo della polizia. Le sette minorenni identificate vivono in quartieri periferici della città e la maggior parte di loro proviene da famiglie difficili. Alcune frequentano comunità di recupero.