Toscana, la Regione al lavoro per risolvere i problemi di connessione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Aprile 2020 18:46 | Ultimo aggiornamento: 9 Aprile 2020 18:46
Smartphone, Ansa

Toscana, la Regione al lavoro per risolvere i problemi di connessione (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Non poter usare i telefonini perché non c’è segnale, non riuscire a usare lo smartphone per lavorare, per navigare su internet e tenere i contatti con i familiari rappresenta un forte disagio, soprattutto in questo periodo di isolamento dovuto all’emergenza Covid-19.

La Regione Toscana  sta lavorando con gli operatori della telefonia mobile per migliorare la situazione nei Comuni che hanno segnalato le criticità più forti.

Su circa 79 territori che hanno segnalato disservizi – alcuni in piccole aree – sono 41 i Comuni dove gli operatori si sono detti infatti disposti a intervenire. 

“La qualità del segnale della telefonia mobile è un problema prioritario adesso più che mai, anche se da tempo è alla nostra attenzione: dallo scorso dicembre abbiamo avviato un confronto con Anci, i gestori, i nostri tecnici, Arpat e le soprintendenze per analizzare caso per caso – spiega l’assessore alla presidenza Vittorio Bugli – È bene ricordare che la Regione non ha competenze dirette sulla telefonia mobile, la quale è soggetta alle scelte dei singoli operatori privati”.

E ancora: “Si tratta di un caso diverso dalla fibra ottica, per la quale invece abbiamo potuto investire in prima persona nei territori dove il mercato non è intervenuto. Abbiamo ritenuto però necessario sostenere le richieste che ci arrivavano dai Comuni sulla telefonia mobile perché non poter ricevere il segnale è, oltre che impensabile ai giorni nostri, un problema pure di sicurezza nelle situazioni di emergenza. La drammatica crisi di questi giorni ce lo dimostra più che mai”. (Fonte: Agi).